lunedì 1 giugno 2015

Da LAV - Congresso Nazionale: 12-13-14 giugno. Educazione e rispetto degli animali

Doveri e diritti. L’educazione al rispetto degli animali” sarà il tema portante della tre giorni organizzata dalla LAV, per il Congresso nazionale dell’Associazione, convocato da venerdì 12 a domenica 14 giugno, presso Villa Aurelia, a Roma, in Via Leone XIII 459. 
L’annuale appuntamento statutario sarà anche l’occasione per dei festeggiamenti speciali: “Piccole Impronte”, la rivista LAV per ragazzi, celebra la pubblicazione del 100° numero e dedica una grande festa ai suoi giovani lettori, sabato 13 giugno a partire dalle ore 16.30, presso il parco Centro Congressi Villa Aurelia, con in patrocinio di Rai Gulp e due testimonial d’eccezione: Carolina Rey e Simone Lijoi, volti noti della TV per i ragazzi.
Il Congresso nazionale di quest’anno, dedicato alla promozione dei diritti degli animali nell’educazione e nella scuola, sarà inaugurato da una specifica sessione di approfondimento su questi temi, venerdì 12 giugno a partire dalle ore 16.
Le giornate di sabato 13 e domenica 14 giugno saranno dedicate agli adempimenti congressuali, in cui l’Assemblea dei soci sarà chiamata ad approvare il Documento di programmazione delle attività dell’Associazione per il 2016 e il bilancio 2014.
“Abbiamo scelto di dedicare questo Congresso al tema dell’educazione, perché l’affermazione dei diritti degli animali non umani e la loro protezione non può prescindere dall’informare e sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto di tutti gli esseri viventi”: è quanto sostiene la LAV, da sempre presente nelle scuole di ogni ordine e grado, per promuovere la cultura del rispetto degli animali in quanto esseri senzienti. “Solo nell’anno scolastico 2013-14 – ricorda Giacomo Bottinelli, Responsabile LAV Settore Educazione – sono stati circa 400 i nostri interventi nelle classi italiane, con oltre 9.000 ragazzi raggiunti”.
“Purtroppo - continua Ilaria Marucelli, direttore di “Piccole Impronte” - nella nostra società, sono ancora tanti gli animali maltrattati, sfruttati o utilizzati a scopo di spettacolo o intrattenimento: attraverso molteplici proposte, vogliamo insegnare ai bambini e ai ragazzi il valore degli animali e della loro dignità, per costruire una cultura del rispetto, a partire dalle nuove generazioni”.

articolo tratto da http://www.lav.it

Alessia Piccoli

Nessun commento:

Posta un commento