lunedì 19 gennaio 2015

Da Quotidiano - Asini e mucche a San Pietro per la benedizione degli animali

Come tradizione, si festeggia anche quest`anno in Piazza San Pietro di fronte al colonnato del Bernini la ricorrenza del Santo Patrono del bestiame e degli allevatori, Sant`Antonio abate, e per l`ottava volta consecutiva migliaia di allevatori con le loro famiglie sono confluite nella capitale per confermare la devozione verso il protettore di uomini e animali.  La "Giornata dell`Allevatore", informa in una nota l'Associazione italiana allevatori (Aia), ha nel programma la partecipazione alla Messa celebrata all`interno della Basilica Vaticana dal Cardinale Angelo Comastri, vicario del Santo Padre, al termine della quale allevatori e cittadini hanno assistito alla benedizione in piazza preceduta dall`arrivo dell`ormai usuale ma sempre suggestiva sfilata di cavalli e cavalieri lungo Via della Conciliazione.
L`Associazione Italiana Allevatori ripropone anche la "fattoria a cielo aperto", con una rappresentanza degli animali che popolano le nostre stalle.  L`appuntamento di quest`anno avrà una continuazione delle celebrazioni dedicate al Santo Patrono nella mattinata di domani, domenica 18 gennaio, nel territorio della città di Assisi, davanti al sagrato di Santa Maria degli Angeli (Messa ore 10, sfilata con carrozze e cavalli a partire dalle ore 11 circa). L`Aia intende ancora una volta mantenere in vita, nel cuore della Cristianità, una tradizione antichissima ma sempre molto sentita nelle campagne italiane, rendendo omaggio alla figura di Sant`Antonio abate, eremita e taumaturgo, testimone di fede radicata e profonda. Le celebrazioni saranno un`occasione, quindi, di festa e di preghiera che gli allevatori vogliono condividere con tutti i cittadini che li vorranno affiancare.

articolo tratto da http://www.quotidiano.net ;immagine tratta da www.wikipedia.org

Alessia Piccoli

 

Nessun commento:

Posta un commento